apertura pagina facebook istituzionale

con delibera di C.C.n°20 è stata approvata l'apertura di una pagina facebook istituzionale la cui fruizione è subordinata al seguente regolamento approvato con la stessa delibera

REGOLAMENTO PER LA PRESENZA ISTITUZIONALE DEL COMUNE DI TUFILLO SUL SOCIAL NETWORK FACEBOOK
Art. 1 - Oggetto e obiettivo del servizio
Il Comune di Tufillo riconosce Internet quale strumento fondamentale per raggiungere obiettivi di maggior trasparenza sugli atti e maggior coinvolgimento dei cittadini nella vita sociale, politica ed istituzionale.
Il presente documento disciplina la gestione ed il funzionamento della pagina istituzionale del Comune di Tufillo sul social-network “Facebook”,
definendo le modalità di pubblicazione e di accesso ad ogni informazione in esso contenuta.
L’Amministrazione Comunale pubblica la propria pagina istituzionale su Facebook al seguente indirizzo web: https://www.facebook.com/Comune-DI-Tufillo-259099221115424/ considerandolo mezzo efficace per la promozione delle notizie, delle iniziative e dell’immagine del territorio nonché importante per la libera espressione della collettività in generale.
La pagina istituzionale del Comune di Tufillo su Facebook è una risorsa che deve essere utilizzata in coerenza con le funzioni e gli obiettivi fondamentali dell’Ente ed è da intendersi, accanto al sito ufficiale, come un’interfaccia complementare ai tradizionali strumenti di comunicazione, attivata per migliorare l’efficacia e la tempestività dell’informazione nonché la partecipazione dei cittadini.
L'adesione alla pagina comporta l'automatica accettazione delle presenti linee guida oltre a quelle generali della piattaforma.
Art. 2 — Contenuti trattati sul social network “Facebook”
La presenza del Comune di Tufillo sul social network “Facebook” ha puramente finalità istituzionale.
Pertanto i suoi contenuti saranno orientati a:
– promuovere campagne informative di qualsiasi genere, escluse quelle
politiche/promozionali di particolari gruppi politici;
– diffondere foto/video di eventi organizzati direttamente dal Comune di
Tufillo o anche solo co-organizzati o patrocinati;
– diffondere comunicati stampa, foto o video inerenti l’attività
dell’Amministrazione Comunale che abbiano finalità istituzionali;
– informare la cittadinanza su servizi (pubblici o privati in convenzione), eventi, scioperi, chiusure al traffico, ecc.;
–promuovere il territorio e le sue particolarità ed eccellenze ;
–diffondere decisioni assunte dall’Amministrazione comunale a garanzia di trasparenza.
Le comunicazioni scritte (post e commenti) pubblicate sia dall’Ente, sia dagli utenti non dovranno avere contenuti di propaganda politica e/o sindacale. Rientra nel contenuto politico anche ogni sorta di esplicito parteggiare e/o criticare una parte politica.
I commenti degli utenti rappresentano l’opinione dei singoli e non quella del Comune. Ciascun membro della community è consapevole di essere personalmente responsabile dei contenuti inseriti e delle conseguenze giuridiche di dichiarazioni e comportamenti.
E’ vietato pubblicare commenti o link riconducibili a:
– contenuti pornografici o osceni
– turpiloquio e blasfemia
– contenuti calunniosi, diffamatori o lesivi della dignità personale
– contenuti discriminatori per sesso, razza, religione e territori, nel rispetto di quanto previsto dall’art. 3 della Costituzione Italiana
–commenti fuori argomento, replicati o inseriti al solo fine di intralciare la
discussione
–contenuti fraudolenti
–virus, spyware e malware in genere
–violazione di copyright
–messaggi commerciali e pubblicitari di qualsiasi forma e/o natura
–contenuti illegali di qualsiasi altro genere.
L’eventuale violazione di Legge comporterà, da parte dell’Ente, la denuncia dell’utente alle Autorità competenti per le attività illecite o illegali dallo stesso compiute. L’utente è tenuto a risarcire i danni prodotti all’immagine istituzionale del Comune di Tufillo.

Il Comune di Tufillo non risulterà responsabile di commenti di stampo politico che dovessero avvenire con riferimento ad una notizia pubblicata, ma condivisa da altri utenti, ove tali discussioni avverranno sul profilo/pagina/gruppo di altri iscritti al social-network.
Il Comune di Tufillo si impegna infine a non pubblicare notizie, eventi e pubblicità varie riconducibili ad uno o più partiti politici.
Art. 3- Gestione della pagina
Amministratore della pagina è il Sindaco.
I diritti di amministrazione e gestione della pagina sono assegnati dal Sindaco, in qualità di rappresentante legale dell’Ente titolare della pagina, ai suoi delegati.
Si precisa che la pubblicazione di una richiesta di qualsiasi genere o
di una segnalazione di disservizio tramite la pagina Facebook non riveste carattere di ufficialità. Per l’inoltro di istanze ufficiali si rimanda alle modalità tradizionali. Nei cambi di amministrazione il sindaco uscente provvederà celermente a nominare amministratore della pagina il sindaco neoeletto .

Art. 4 Modalità di iscrizione alla pagina Facebook del Comune di Tufillo
L’iscrizione alla pagina dell’Ente è libera.
Qualsiasi utente iscritto a Facebook può cliccare sul cosiddetto bottone “mi piace” (diventando “fan” della pagina), leggere tutti gli aggiornamenti della pagina e interagire con i contenuti pubblicati.
Qualsiasi utente può scrivere commentare liberamente foto o notizie o qualsiasi altra tipologia di comunicazione prevista, fatta salva la riserva dell’Amministrazione della pagina di controllarne i contenuti.
Qualsiasi utente può altresì “taggare” altre persone in commenti o foto, può condividere qualsiasi contenuto, può mandare messaggi privati diretti al Comune.
Tutti i contenuti della pagina sono pubblici per tutti gli iscritti a Facebook anche non fan della pagina.
Art. 5— Vigilanza e controllo
L’attività di vigilanza e controllo è totalmente riconducibile all’attività di
moderazione dei commenti secondo i dettami del presente regolamento e secondo le più comuni regole del buon senso nel rispetto dei principi di trasparenza, democraticità e non appesantimento del procedimento amministrativo.
La decisione di rimuovere e bloccare gli eventuali utenti che contravvengono al presente regolamento è assunta ad un secondo richiamo scritto mediante messaggio privato (se l’utente prevede possibilità di riceverne), inappellabile e decisa dal Sindaco e/o suo delegato. Gli utenti che non acconsentono a ricevere messaggi privati dalla Pagina del Comune, saranno immediatamente bannati alla prima violazione del presente documento.
Tale decisione non comporta oneri informativi e motivazionali a carico del Comune né nei confronti dell’utente trasgressore né nei confronti di tutti gli altri iscritti alla pagina.

Art. 6 — Limitazione del Servizio
Durante i periodi di campagna elettorale il servizio osserverà le norme applicabili in materia di comunicazione.
Art.7 – Costi di gestione
Al momento dell’entrata in vigore del presente atto non sono previsti costi di registrazione o gestione a carico dell’Ente.
Qualora la società proprietaria di Facebook dovesse prevedere costi (es. canoni annuali per il mantenimento dei profili o simili) la Giunta Comunale valuterà l’opportunità di stanziare o meno risorse finanziarie ad hoc.

Art. 8 - Entrata in vigore e integrazioni.
Il presente regolamento entra in vigore in relazione all’attuazione della specifica deliberazione di Consiglio Comunale.
La creazione di nuove pagine Facebook dedicate a specifici servizi sarà disposta dall’Amministratore del profilo istituzionale e non richiederà aggiornamenti del disciplinare stesso.

Per quanto non previsto in questo Regolamento, si rimanda alle norme nazionali, in particolare:
- D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione dei dati personali
- L. 241/1990 e s.m.i. Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi
- D.Lgs 267/2000 Testo unico del/eleggi sull’ordinamento degli enti locali
- L. 69/2009 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile
- L. 28/2000 e s.m.i. Disposizioni per la parità di accesso ai mezzi di
informazione durante le campagne elettorali e referendarie e per la
comunicazione politica.

 
 

EMERGENZA CINGHIALI

 

Organizzazione delle attività di controllo delle popolazioni di cinghiale (Sus scrofa) nella Regione Abruzzo per l'annualità 2017

Approvata con Deliberazione di Giunta Regionale n. DGR/224 del 28/04/2017, previo parere favorevole dell'ISPRA n.17835/T-A23 del 10 aprile 2017, l'Organizzazione delle attività di controllo delle popolazioni di cinghiale (Sus scrofa) - art.19, L. 157/1992. Si tratta di una programmazione che prevede l'applicazione di misure sia di tipo indiretto o preventive (recinzioni, deterrenti acustici, ecc.) sia di tipo diretto (abbattimenti), finalizzate al contenimento delle popolazioni di cinghiale e la riduzione degli impatti sulle produzioni agricole e sulle biocenosi naturali. In questa prima fase le azioni verranno adottate in tutta la Regione ad esclusione dei territori dei Parchi naturali, Aree della Rete Natura 2000, ZPE del PNALM e Aree Patom, per i quali sono previste specifiche azioni di controllo. Tutte le misure sono contenute nell'Allegato A) alla DGR n.224/2017, In particolare gli interventi indiretti sono attivati e coordinati dagli ATC, mentre quelli diretti sono attivati e coordinati dalla Polizia Provinciale in avvalimento alla Regione, con la possibilità dell'ausilio di altro personale volontario appositamente abilitato e con le modalità contenute nel CAPO B (STRUMENTI E MODALITA' OPERATIVE ) dello stesso allegato, cui si rimanda integralmente e di seguito allegate. Gli interventi verranno realizzati principalmente nelle aree non vocate, negli istituti di protezione (ZRC e Aree Cinofile) e nelle aree particolarmente danneggiate delle aree vocate. Presso le sedi di servizio delle Polizie Provinciali in avvalimento alla Regione sono individuati i Coordinamenti per l'applicazione delle attività di controllo. Ad essi, su criterio di competenza territoriale, afferiscono sia gli indirizzi della Regione, sia le richieste di intervento da parte dei Comuni, delle Associazioni Agricole e delle Aziende Agricole danneggiate; queste potranno pervenire via mail attraverso invio di apposito modello, con indicazione esatta del luogo di criticità. Centri di coordinamento delle attività di controllo del cinghiale - Polizia Provinciale in avvalimento della Regione Abruzzo: Provincia di L'Aquila : Via Saragat , Campo di Pile - L'Aquila; tel. 0862/2991, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; Provincia di Chieti : Corso Marrucino, 98 - Chieti; tel. 0871/4081 , 0871/4082200, fax. 0871/4082200, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Provincia di Teramo : Via Milli, 2 - Teramo; tel 0861/331372, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Provincia di Pescara : in attesa di definizione
 
LINK ATC VASTESE
Attachments:
FileFile size
Download this file (Modalita_Operative.pdf)Modalita_Operative.pdf83 kB
Download this file (Mod_A.pdf)Mod_A.pdf72 kB
Download this file (Mod_B.pdf)Mod_B.pdf78 kB
Download this file (Mod_C.pdf)Mod_C.pdf74 kB

OPEN DAY SUMMER 2017 – LABORATORIO DI PAESOLOGIA

Eccezionale appuntamento a Tufillo e Dogliola con il Laboratorio di Paesologia del poeta e giornalista Franco Arminio, il cui ultimo libro “Cedi la strada agli alberi” sta ottenendo uno straordinario successo di pubblico e di critica. L'evento, contemplato tra le manifestazioni dell'Open Day Abruzzo Summer 2017, si svolgerà il 27 e 28 maggio, con un incontro finale di Presentazione dei risultati del Laboratorio presso il Municipio di Tufillo domenica 28 maggio alle ore 18.30.

La paesologia è una disciplina “inventata” dallo stesso Franco Arminio, una sorta di scienza dei luoghi perduti, emarginati dallo sviluppo degli ultimi decenni, che nasce dalla necessità interiore di riscoprire le terre dei contadini, di uscire, guardare, imparare ad ascoltare.Sono molti anni che esco quasi ogni giorno e vado in giro in posti dove non va più nessuno, posti a cui non crede più nessuno. Vado a vedere come stanno le cose, vado a vederle da vicino.” scrive lo stesso Arminio “La paesologia è una strada sul crinale, a metà tra una nuova forma d’impegno e una cerimonia religiosa, a metà tra poesia ed etnologia, sempre però ben lontani dalla “paesanologia” e dalle sue sagre. Se c'è una sagra che mi interessa è quella del futuro.

Questa disciplina, allo stesso tempo inesistente e indispensabile, sta tutta nell'attenzione ai paesi come sono adesso. È un invito ad abbandonare le sicurezze dell'uomo attuale, a scendere in basso, ad avvicinarsi alla terra, al mondo per come è e per come potrebbe essere nostro malgrado. È un atto di ascolto riverente, è inginocchiarsi davanti all’altare del vento e dell'aria, della luce, delle pietre. La paesologia è prendere i propri occhi e modificarli, è svelare la bellezza di ciò che gli altri ci fanno credere brutto, insignificante".

La paesologia non è un'evasione dalla letteratura. Cerca lettori (e scrittori) combattenti. Per partecipare al laboratorio, (che si svolgerà dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 19.30 del 27 Maggio, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00 del 28 Maggio) è necessario iscriversi. L'incontro finale del 28 maggio è aperto a tutti. Per informazioni e iscrizioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 3396853464 - Nuova libreria: 0873 365560 – Caffè letterario Herzog:  0873 672113

L'evento, parte del progetto culturale Riabitare il Futuro,  è promosso, oltre che dalla Regione Abruzzo e dalla DMC Costiera dei Trabocchi,  dai Comuni di Dogliola e Tufillo, dal Centro Culturale “Aldo Moro” di San Salvo, dall'associazione arTeaLter, dal Centro Studi Alto Vastese e Valle del Trigno, dalle associazioni Civico Zero e Maurizio Salvatore, dalla Nuova Libreria di Vasto e  dal Caffè Letterario Herzog di San Salvo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy.